Assofiduciaria: società fiduciarie e voluntary disclosure

Con la Circolare COM_2015_045 del 18/03/2015, Assofiduciaria chiarisce il ruolo delle società fiduciarie nella procedura della voluntary disclosure. Viene ilustrato il ruolo che il legislatore ha voluto assegnare alle società fiduciarie nella procedura di rientro delle attività costituite all’estero illecitamente.

Per fruire della riduzione delle sanzioni in misura pari alla metà del minimo edittale, l’Amministrazione Finanziaria considererà trasferite in Italia anche le attività finanziarie e patrimoniali che, in alternativa al rimpatrio fisico, vengono affidate in gestione o in amministrazione agli intermediari residenti (e quindi anche alle società fiduciarie), sempre che i flussi finanziari e i redditi derivanti da tali attività siano assoggettati a ritenuta o imposta sostitutiva dagli intermediari stessi (cd. “rimpatrio giuridico”).

Tramite il rimpatrio giuridico la società fiduciaria potrà assumere formalmente in deposito, custodia, amministrazione o gestione le attività depositate o esistenti all’estero, anche senza procedere al materiale afflusso nel territorio dello Stato, delle attività:

  • finanziarie (es. denaro, azioni, quote, titoli obbligazionari, certificati di massa, quote di OICVM, polizze assicurative) e
  • patrimoniali (es. immobili, imbarcazioni, opere d’arte e antiquariato, oro, gioielli e preziosi).

Il trasferimento si considera eseguito nel momento in cui la società fiduciaria assume formalmente in amministrazione o gestione i valori detenuti all’estero.

Assofiduciaria nella citata Circolare, fornisce alle Associate un supporto operativo al fine di indicare norme comportamentali univoche  nel pieno rispetto della legislazione in materia.

Vengono, quindi, elencate le principali operazioni che interessano le società fiduciarie nell’operatività di rimpatrio delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all’estero:

  • il rimpatrio giuridico di partecipazioni in società estere con titoli nominativi
  • il rimpatrio giuridico di finanziamenti in società estere
  • il rimpatrio giuridico di partecipazioni in società estere con titoli al portatore
  • il rimpatrio giuridico di polizze assicurative estere
  • il rimpatrio giuridico di oro
  • il rimpatrio giuridico delle opere d’arte e gioielli
  • il rimpatrio giuridico di immobili

che a seconda della tipologia dei beni possono essere amministrati dalla società fiduciaria tramite mandati di amministrazione con o senza intestazione.

Galvani Fiduciaria, grazie all’esperienza maturata in occasione delle varie operazioni di “scudo fiscale”, ha acquisito un’approfondita conoscenza delle operazioni di rimpatrio giuridico, gestite sia attraverso mandati di amministrazione con e senza intestazione fiduciaria per garantire la migliore operatività a seconda della tipologia dei beni da far rientrare nel territorio dello Stato.

Rispondi

  • (will not be published)